Le nostre anime ‘curiose’ stanno facendo un ottimo lavoro!

schiza

Chi pratica la spiritualità è famigliare con il concetto che la vita terrena è il mezzo in cui ogni anima, o scintilla divina, incarna nella materia per sperimentare ed evolvere.

La Vita è come un grande arazzo. L’individuo è solo un filo insignificante di un immenso e miracoloso disegno. ( A. Einstein)

Questo è il concetto della spiritualità olistica che molti hanno abbracciato – anime incarnate in cammino sulla terra sperimentando la multi-dimensionalità della vita umana, ognuno con una missione precisa, non intesa come ‘ruolo speciale’, che piuttosto soddisfa la bramosità dell’ego, ma come missione di purificazione personale per uno scopo più grande – l’evoluzione; è qualunque sia il mezzo in cui l’anima ‘curiosa’ sceglie di purificarsi, è esclusivamente al servizio dell’immenso e miracoloso disegno – al mistero.

Tu non hai un’anima, sei un’anima. Hai un corpo.  (C.S.Lewis)

Ogni anima ‘curiosa’ sceglie il corpo, paese e cultura adatta per la sua ‘missione’. Il nostro compito, come essere umani, è di acconsentire all’anima di provare quello che egli stessa ha scelto, in modo più cosciente possibile, non importa se lo consideriamo bello, brutto, giusto o sbagliato, nessun’idea, concetto o opinione, che nasce dalla mente, è verità, bensì il risultato dell’oscillazione di un pendolo in perenne movimento, una caratteristica della dualità della vita – perché i nostri dolori e condizionamenti sono gli strumenti per la crescita e non devono essere condannati o negati, ma accolti e trasformati.

L’equilibrio è equivalente della salute psicofisica.

L’umanità è affascinante appunto, perché siamo tutti cosi diversi. Ogni persona vive il proprio disequilibrio in modo originale, è la volontà dell’anima ‘curiosa’, nessuno ne è privo, ma alcune persone sono più abili nel sottrarre alla vista. Chi lo mostra all’esterno, non è meno avvantaggiato da chi si nasconde dietro una maschera. Giudicare il loro evidente squilibrio è equivalente a giudicare la propria, è un semplice specchio, quello che ancora troviamo difficile comprendere è che siamo anime in cammino e perciò come umani – siamo tutti nella stessa barca!

Non tutto quello che è considerato ‘sgradevole’, che ‘non piace’ che è giudicato ‘brutto’ o ‘sbagliato’ è necessariamente un squilibrio, magari lo è solo per noi, e nell’essere cosciente del nostro disaggio, sminuire,  svalutare, nascondere, negare, ignorare o condannare quello che appare fuori bilanciamento, non è la strada verso l’equilibrio personale, al contrario, necessità una mente più flessibile che apre la porta all’indagine interiore che va verso l’accettazione.

Il giudizio negativo non è mai costruttivo, è capace di ferire, annientare le emozioni sane, rendendoci vittime degli altri e di noi stessi, ma quello che molti non riconoscono è che rimanere nel ruolo del ‘personaggio brillante’ e altrettanto dannoso, si rischia di bruciare il sistema nervoso e stressare il corpo al punto da ammalarsi, mentre stiamo cercando, a tutti costi, di presentare un immagine bella, perfetta, sempre rettamente nel ‘giusto’.

Nonostante la società ci vuole ‘bravi’, ‘brillanti’ e ‘belli’ piuttosto che ‘disagiati’, ‘poco attraenti’ e ‘falliti’, è sempre il moralismo soggettivo che stabilisce e giudica quale stato è meglio dell’altro, mentre quello che hanno in comune, è la non autenticità – ambedue mancano d’equilibrio.

Mentre l’anima dorme, lo stress creato dall’ego danneggia la nostra naturale omeostasi.

41walj0vcfl-_sx327_bo1204203200_

acquista qui

La mancanza d’equilibrio è rinforzata dallo stress che è una sindrome di adattamento. Ogni situazione che sconvolge l’equilibrio innesca immediatamente reazioni neuropsichiche, emotive, locomotorie, ormonali e immunologiche. Anche se siamo molto più informati sugli effetti dello stress, le conseguenze continuano a manifestarsi con delle risposte fisiologiche, fino ad avere conseguenze patologiche, anche croniche, un argomento di cui si occupa la medicina psicosomatica. Nei momenti di una sollecitazione, l’incapacità di adattare, scaturirà vecchie emozioni irrisolte, e il nostro ‘film’ del passato si ripeterà per l’ennesima volta in una specie di “loop”, dove la mente, scambiando questi atteggiamenti di sabotaggio emozionale per ingiustizie della vita, s’inganna, confondendo lo squilibrio con il nostro carattere, mentre il vero responsabile dello squilibrio psico-neuro-immuno-ormonale che, inevitabilmente e silenziosamente, danneggia la nostra naturale omeostasi, è lo stress alimentato dal giudizio mentale, che ammonta ad un’unica parola – l’inconsapevolezza.

Dio non gioca con i dadi.

41perqsfval

acquista qui EURO 26,97

Si dice che ogni scintilla divina è energia incontaminata, nasce dalla sorgente e conosce solo l’amore incondizionato, senza la dualità della mente/ego, e i suoi contrasti, non è consapevole dell’amore, le manca l’esperienza dell’opposto che solo la vita umana può donare, ed è per questo motivo che la vita sulla terra è preziosa.

Certamente la via della spiritualità è un grande impegno, ma per chi la sceglie deve sapere che va accolta fino in fondo, altrimenti rimaniamo sulla superficie della vita nella separazione, dove i concetti olistici e spirituali non trovano spazio, e la mente dualistica è impegnata nel dividere tutto in opinioni personali costringendoci a rimanere nel giudizio, perfino infastiditi e poco flessibili nei confronti delle scelte della gente. Per quanto la loro azione può sembrare sbagliata o inconsapevole, ogni anima appartiene alla sorgente è non sbaglia mai nella sua scelta d’espressione di vita.

Come ricercatori spirituali, riflettiamo se siamo disposti ad andare fino in fondo, credendo veramente che siamo TUTTE Anime sulla terra che sperimentano simultaneamente, molteplici livelli di coscienza, dalla più bassa alla più alta, tutti insiemi sostenuti dalla Vita che si esprime tra l’espansione e la contrazione; perché spiritualmente svegli oppure no, il desiderio di vivere ogni sfumatura della vita umana sono le regole del gioco, e le nostre anime ‘curiose’ stanno facendo un ottimo lavoro!

 

Caroline Mary Moore

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. + informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi